Come pianificare i rimborsi del prestito studentesco (quando continuano a subire ritardi) — Il buon affare

The best protection against click fraud.

Navigare nel limbo per sempre

Poche settimane prima della pandemia, ho cercato di rifinanziare i miei prestiti studenteschi. Stavo uscendo per sei mesi dalla scuola di specializzazione, che avevo pagato interamente con gli aiuti federali. Ma a differenza dei miei prestiti universitari, questo denaro preso in prestito è stato sovvenzionato, il che significa che gli interessi (e molto) hanno iniziato a maturare da quando i fondi hanno raggiunto il mio conto nel 2017.

Quando mi sono laureato, dovevo già qualche migliaio di dollari in aggiunta al mio saldo principale. E con la scadenza incombente per i miei pagamenti mensili all'inizio del 2020, il rifinanziamento in un prestito privato a basso interesse è stato allettante.

Poi è successo marzo 2020. Il governo degli Stati Uniti ha annunciato che avrebbe congelato tutti i prestiti studenteschi a causa del COVID-19. Sono stato sollevato per la proroga e per la pausa sul mio interesse maturato. Sono stato anche grato quando il governo ha esteso la pausa sui pagamenti nello stesso anno. E poi ancora nel 2021.

Ma mentre le pause dei prestiti studenteschi inizialmente erano rassicuranti durante un paio d'anni bui e impegnativi, i continui ribaltamenti e le proroghe estensioni sono sembrate più un caos che un comfort. Negli ultimi 26 mesi, due amministrazioni si sono scontrate con le emozioni dei mutuatari, offrendo un falso senso di sicurezza: un giorno annunciano la ripresa dei pagamenti; il prossimo, è un'altra estensione. Questo è successo più volte (sette, per l'esattezza).

Siamo in un limbo per sempre in cui dovremo o non dovremo pagare di nuovo i nostri prestiti. Nonostante il dibattito in corso sul condono dei debiti degli studenti, dobbiamo iniziare a parlare di come prepararci alla ripresa dei prestiti, indipendentemente dal fatto che riprendano o meno questo autunno.

1. Inizia a mettere da parte i soldi, ora

Ho parlato con una manciata di esperti finanziari della preparazione per il pagamento del prestito studentesco e il consiglio numero uno condiviso? Fai finta che i tuoi prestiti siano in scadenza in questo momento.

"Raccomando ai mutuatari di mettere da parte i soldi che spenderebbero per questi pagamenti", afferma Melanie Hanson, caporedattore di Finanziamento EDI. "Soprattutto perché c'è così tanta incertezza su quando e se riprenderanno i pagamenti del prestito studentesco".

Anche se non hai iniziato a mettere da parte i fondi, non c'è bisogno di vergognarsi per non aver risparmiato denaro durante la pandemia: i pagamenti del prestito studentesco non riprenderanno (presumibilmente) fino al 31 agosto, 2022. Ora è il momento perfetto per prepararsi a quei pagamenti. Questo ti farà prendere l'abitudine di vivere con meno ogni mese e offrirà informazioni sulla necessità di rifinanziare con un pagamento mensile inferiore.

In alternativa, se ti senti al sicuro nelle tue finanze, potrebbe valere la pena risparmiare più soldi per pagare il tuo capitale una volta prestiti riprendere: più basso è il capitale, più bassi saranno i tassi di interesse e prima sarai in grado di pagare il saldo del prestito spento. Consigliano i consulenti finanziari mantenendo questi fondi nel tuo conto bancario (come in un conto di risparmio separato) finché non sappiamo per certo che i prestiti non saranno perdonati. È quindi possibile pagare una somma forfettaria più tardi questo autunno.

E se i prestiti venissero effettivamente perdonati? Ebbene, Hanson consiglia di utilizzare i "soldi [risparmiati] per eliminare il saldo della carta di credito, per iniziare a risparmiare per una casa o per regalarsi qualcosa di carino".

2. Aggiorna tutti i documenti essenziali e controlla i tuoi piani di pagamento

Molti mutuatari di prestiti studenteschi avranno un nuovo prestatore di prestiti quando i pagamenti riprenderanno (puoi scoprire chi possiede attualmente il tuo prestitoStudentAid.gov). È quindi una buona idea accedere per familiarizzare nuovamente con gli importi principali del prestito, i tassi di interesse e i piani di pagamento correnti.

"Inizia subito a prepararti", afferma Anthony Martin, CEO di Scelta reciproca. “Quando la moratoria finirà, il sistema sarà probabilmente molto invaso. Martin consiglia di assicurarsi che le informazioni correnti siano aggiornate e accurate e di disporre delle informazioni di contatto corrette per il proprio prestatore. "Questo ti consentirà di ricevere avvisi del cambiamento in arrivo".

Quindi, esamina il tuo attuale piano di pagamento. Le circostanze della tua vita sono cambiate dall'ultima volta che hai effettuato un pagamento? Valuta tutte le tue opzioni in base alle tue entrate e al tuo budget attuali (più su quello di seguito) e inizia a raccogliere e inviare i documenti necessari per gli adeguamenti necessari.

3. Guarda il tuo budget mensile e apporta le modifiche necessarie

Una volta che hai capito quanto devi, dedica un pomeriggio per rivedere il tuo budget mensile. Inizia valutando la tua spesa attuale, annotando i pagamenti più grandi come l'affitto, i pagamenti dell'auto o le bollette ricorrenti.

"A seconda del tuo futuro pagamento minimo del prestito studentesco, potresti prendere in considerazione l'idea di trasferirti in un posto più conveniente, cambiando il tuo abitudini di vita o trovare un modo per aumentare il proprio reddito annuo”, afferma Danielle Miura, Certified Financial Planner e fondatrice e proprietario diSpark finanziari. "Iniziare a eliminare le abitudini di spesa cattive o non necessarie ora può salvarti dal dover apportare bruschi cambiamenti in futuro", aggiunge.

In alternativa, a seconda di quanto aggressivamente vuoi affrontare il tuo principio, ora potrebbe essere un ottimo momento per rinegoziare il tuo stipendio o cercare un lavoro freelance.

4. Esamina le opzioni di assistenza, se necessario 

Patricia Roberts, Direttore operativo presso Gift of College, Inc. e autore di “Percorso 529consiglia di parlare con il datore di lavoro delle possibili opzioni di assistenza se ritieni che i pagamenti imminenti del prestito siano troppo onerosi.

"Verifica con il tuo datore di lavoro per vedere se sarebbe disponibile a fornire assistenza per il rimborso del prestito studentesco", Roberts suggerisce, rilevando che, grazie alla legge CARES (2020) e al Testo unico sugli stanziamenti (2021), i datori di lavoro possono offrire dipendentifino a $ 5.250 all'anno in assistenza per il rimborso del prestito studentesco esentasse.

"Alcuni datori di lavoro non ne sono consapevoli e potrebbero apprezzare che tu lo abbia portato alla loro attenzione, in particolare in un momento in cui i datori di lavoro stanno cercando di evitare il turnover e di attirare nuove assunzioni di alta qualità", lei nota.

Se ritieni ancora che non sarai in grado di effettuare pagamenti a settembre, contatta ora il tuo prestatore per parlare di rimborsi basati sul reddito o opzioni di consolidamento. “[Puoi anche] richiedere difficoltà economiche o differimento della disoccupazione. La tolleranza è anche un'opzione per sospendere i pagamenti, [sebbene] gli interessi si accumuleranno", afferma Martin.

E se sei un professionista della salute mentale (grazie!), assicurati di dare un'occhiataqueste opzioni per il condono del prestito.

5. Ricorda che non sei solo 

I pagamenti del prestito studentesco non sono solo un onere finanziario, ma possono anche essere un onere emotivo, soprattutto dopo gli ultimi due anni; è del tutto normale sentirsi ansiosi per il futuro. La realtà è che molti di noi ripagheranno i prestiti agli studenti per anni, se non decenni, e con l'inflazione in corso, può sembrare incredibilmente opprimente.

Sappi che non sei solo. Ci sono risorse e professionisti a disposizione a te se stai lottando per farcela mentalmente. Inoltre, ho trovato utile incanalare quell'energia ansiosa e la mia frustrazione per la crisi del debito studentesco di $ 1,7 trilioni di dollari in ulteriore apprendimento e cambiamento attuabile. Dai un'occhiata al Student Debt Crisis Center (SDCC) per maggiori informazioni e per partecipare.

5 tendenze per la cura della pelle e il benessere di ispirazione orientale da aggiungere alla tua routine: il buon commercio

Rituali di benessere radicati nella tradizione orientaleMentre la società si rivolge alla bellezza e al benessere completamente naturali, le stelle si sono perfettamente allineate Pratiche e rimedi orientali, che hanno avuto origine da un abbracci...

Leggi di più

Una routine serale rilassante per le festività natalizie: il buon commercio

La stagione delle vacanze può essere frenetica e mantenere una routine di benessere è un'ultima testimonianza di cura di sé e amor proprio. Richiede diligenza e pazienza, ma i risultati non sono altro che benefici sia per il corpo che per la mente...

Leggi di più

5 strategie per un guardaroba a capsule etico all'estero: il buon commercio

Ridurre e partire per un'avventura globale Poco più di un anno fa, ho iniziato la mia vita come blogger a tempo pieno. Il mio ragazzo, Porter, e io amavamo gestire il nostro blog, Città di riposo, tenendo il passo con gli account Instagram il cui ...

Leggi di più