Dieci creature misteriose immaginate nei tempi moderni

click fraud protection

Ci sono creature che si nascondono là fuori nell'oscurità, che infestano le foreste isolate del mondo, che si nascondono nelle gelide profondità dei laghi più profondi. Appaiono inaspettatamente e inspiegabilmente, poi svaniscono altrettanto misteriosamente, lasciando di solito i testimoni interdetti, spaventati e, purtroppo nella maggior parte dei casi, senza uno straccio di prova. Eppure le storie dei testimoni oculari di queste creature persistono, infestando l'oscurità così come la nostra immaginazione. Ecco, per la tua considerazione (e in nessun ordine particolare) ci sono le prime 10 creature più misteriose e inspiegabili di tutti i tempi. Alcuni hanno maggiori probabilità di esistere davvero rispetto ad altri, ma lasceremo il giudizio a te.

1. Bigfoot / Sasquatch / Yeti

Questi uomini scimmia pelosi sono probabilmente le creature sconosciute più testimoniate al mondo. Che si chiami Bigfoot, Sasquatch, Yeti, Skunk Ape o Yowie, sono stati avvistati in boschi isolati e aree montuose praticamente in ogni angolo del globo. E le descrizioni - dal nord-ovest nordamericano alla Florida fino all'Australia - sono straordinariamente coerenti:

  • Più alto di un uomo medio (da sette a otto piedi)
  • Coperto di lunghi capelli castani o ramati (o capelli bianchi nel caso dello Yeti)
  • Un odore forte e ripugnante
  • Piedi grandi, come evidenziato da calchi di impronte
  • Un'avversione per l'uomo
  • Un ululato penetrante e inquietante

Il vasto numero di avvistamenti, molti dei quali da testimoni altamente affidabili, dà a Bigfoot la migliore probabilità di essere una creatura reale ancora sconosciuta alla scienza.

Potremmo scoprirlo presto un giorno. Gli avvistamenti sembrano essere in aumento mentre l'umanità invade sempre più in profondità la natura selvaggia. E la tecnologia può aiutare nella ricerca. La Bigfoot Field Researchers Organization ha recentemente annunciato l'intenzione di posizionare webcam digitali attivate dal movimento in varie aree della foresta dove è stata vista la bestia pelosa. Questa sorveglianza 24 ore su 24 con potenzialmente migliaia di testimoni basati su computer che guardano aumenterà notevolmente le possibilità di ottenere prove credibili.

Per lo scettico irriducibile, niente di meno che un esemplare catturato andrà bene, o almeno qualche altra prova tangibile. E di recente ne è emersa una che potrebbe qualificarsi: un'impressione del sedere di Bigfoot. I ricercatori nel nord-ovest americano hanno trovato quella che sembra essere l'impressione nel terreno di dove si è seduto un grande primate peloso.

2. Mostro di Loch Ness

Nonostante le eccellenti spedizioni con sofisticate apparecchiature elettroniche, i mostri lacustri del mondo continuano a sfuggire agli scienziati. Eppure gli avvistamenti spontanei di buoni testimoni, seppur rari, persistono.

Il mostro di Loch Ness, o Nessie, è senza dubbio il più noto di questi misteri acquatici. Ma altri laghi profondi e freddi in tutto il mondo hanno le loro bestie leggendarie: Chessie nella baia di Chesapeake, Storsie nel lago Storsjön in Svezia, Selma nel lago Seljordsvatnet in Norvegia e "Champ" nel lago Champlain di New York tra altri.

Anche le descrizioni di questa creatura sono sorprendentemente simili:

  • Una grande creatura con un collo lungo
  • Una testa da cavallo
  • Una schiena gobba

La maggior parte degli avvistamenti riporta le gobbe che sporgono dalla superficie dell'acqua, ma occasionalmente un fortunato il testimone vedrà la creatura allungare il collo alto sopra l'acqua e guardarsi intorno un po' prima sommerso.

Le prove fotografiche e video sono rare. E sebbene alcune delle foto siano allettanti, la maggior parte delle "prove" è sfocata o nella migliore delle ipotesi inconcludente.

Se la creatura esiste, molti ricercatori sospettano che potrebbe essere una specie di plesiosauro - an animale dall'età dei dinosauri che si pensa si sia estinto più di 66 milioni anni fa.

3. Chupacabra

Anche se alcuni avvistamenti risalgono agli anni '70, El Chupacabra - "la ventosa di capra" - è principalmente un fenomeno degli anni '90 e la sua fama è stata ampiamente diffusa da Internet. Gli avvistamenti sono iniziati sul serio nel 1995 con segnalazioni provenienti da Porto Rico di una strana creatura che stava uccidendo bestiame degli agricoltori - polli, anatre, tacchini, conigli e, naturalmente, capre - a volte centinaia di animali in uno sera. I contadini, che conoscevano le pratiche di uccisione dei licaoni e di altri predatori, sostenevano che i metodi di questa bestia sconosciuta fossero diversi. Non ha cercato di mangiare gli animali che ha ucciso, per esempio; né li trascinò via per essere divorati altrove. Invece, la creatura uccise prosciugando le sue vittime di sangue, di solito attraverso piccole incisioni.

Poi sono arrivate le bizzarre descrizioni dei testimoni oculari:

  • Circa le dimensioni di uno scimpanzé
  • Saltella come un canguro
  • Grandi occhi rossi luminosi
  • Pelle grigiastra e braccia pelose
  • Lingua lunga da serpente
  • Zanne affilate
  • Penne che corrono lungo la sua spina dorsale che sembrano aprirsi e chiudersi come un ventaglio
  • Alcuni credono che possa anche avere le ali

Verso la fine degli anni '90, gli avvistamenti di Chupacabra iniziarono a diffondersi. La creatura è stata accusata di uccisioni di animali in Messico, nel sud del Texas e in diversi paesi sudamericani. Nel maggio e giugno del 2000, secondo alcuni giornali locali, in Cile si è verificata una serie di incidenti. In effetti, da quegli avvistamenti sono emerse alcune delle affermazioni più incredibili: che almeno uno dei creature è stato catturato vivo dalle autorità locali, quindi consegnato alle agenzie ufficiali degli Stati Uniti governo.

4. Il diavolo della maglia

C'è una creatura terrificante, dicono, che infesta le fitte foreste di pini del New Jersey, e il suo aspetto spaventoso le è valso il nome di Il diavolo della maglia. La leggenda del Jersey Devil risale a circa la metà del 1700 quando era considerato un presagio di disastri o di guerra, ma gli avvistamenti multipli non iniziarono fino all'inizio del 1900. Alcuni ricercatori affermano che più di 2.000 testimoni hanno riferito di aver visto la creatura nel corso dei secoli. Sebbene rari, gli avvistamenti continuano fino ai giorni nostri.

Le descrizioni variano, ma questi sono gli attributi più comunemente citati:

  • Alta circa tre piedi e mezzo
  • Una testa come un cane collie e una faccia come un cavallo
  • Un lungo collo
  • Ali lunghe circa due piedi
  • Gambe posteriori come quelle di una gru
  • Zoccoli di cavallo
  • Cammina sulle zampe posteriori e sostiene due corte zampe anteriori con le zampe sopra

Nota le somiglianze con Chupacabra.

Morti e mutilazioni di animali inspiegabili sono state attribuite a The Jersey Devil. Decine di testimoni oculari affermano di esserne stati spaventati a morte. Cosa potrebbe mai essere questa creatura? Le teorie sono simili a quelle citate per Chupacabra, ma nei boschi del New Jersey sembra esserci qualcosa di spaventoso.

5. uomo falena

Per circa 13 mesi, a partire dal novembre 1966, si verificarono una serie di bizzarri avvistamenti nell'area di Point Pleasant, nel West Virginia. A parte un'ondata di rapporti sugli UFO e presunte attività di poltergeist, diversi testimoni si sono fatti avanti con le descrizioni di un creatura sorprendente quello potrebbe essere stato il punto focale di tutti gli strani avvenimenti. Come dettagliato nel classico libro di John Keel, The Mothman Prophecies, centinaia di testimoni avrebbero visto un grande essere umanoide alato.

Ecco come lo hanno descritto:

  • Alto circa sette piedi
  • Un'apertura alare larga più di 10 piedi
  • Pelle grigia e squamosa
  • Occhi grandi, rossi, luminosi e ipnotici
  • In grado di decollare direttamente in volo, viaggiando fino a 100 miglia all'ora
  • Mi piaceva mutilare o mangiare cani di grossa taglia
  • Strillava o strillava come un roditore o un motore elettrico
  • Interferenze radio e televisive causate
  • Aveva dei poteri di controllo mentale 

Soprannominato Mothman da un giornalista locale, la creatura sembrava avere un effetto particolare su coloro con cui... è entrato in contatto: hanno iniziato a "canale" informazioni da quello che Keel ha chiamato "ultraterrestre" entità. Keel stesso fu influenzato in questo modo, ricevendo "profezie" da qualche origine sconosciuta che erano, il più delle volte, stranamente poco accurate.

6. Elfi e Fate

Non ci sono molte persone che prendono sul serio l'esistenza di elfi e fate nella società di oggi. Eppure ci sono persone che giureranno sulla testa dei loro nipoti di averli visti con i propri occhi, proprio come altri hanno visto fantasmi, Bigfoot o il mostro di Loch Ness.

Le storie di sfuggente piccole persone sono antichi quanto la civiltà stessa e possono essere trovati praticamente in ogni cultura sulla Terra. Le più familiari sono le leggende di elfi, nani, folletti e troll provenienti dall'Europa e dalla Scandinavia. Sono stati oggetto di decine di fiabe per bambini, libri, miti e racconti ubriachi. William Shakespeare li ha resi personaggi centrali in Sogno di una notte di mezza estate.

  • Generalmente, le fate erano descritte come minuscoli esseri effimeri con le ali che risiedevano nelle foreste.
  • Anche elfi, nani e folletti erano abitanti della foresta. A differenza delle fate, tuttavia, avevano un aspetto piuttosto umano, tranne che per le loro dimensioni ridotte. Erano spesso raffigurati come aventi la propria civiltà in miniatura, nascosta al mondo umano.

In una notte d'estate del 1919, il tredicenne Harry Anderson affermò di aver visto una colonna di 20 piccoli uomini che marciavano in fila indiana, resi visibili dalla brillante luce della luna. Notò che erano vestiti con pantaloni di pelle al ginocchio con bretelle. Gli uomini erano a torso nudo, calvi e avevano la pelle bianca pallida. Ignorarono il giovane Harry mentre passavano, borbottando qualcosa di incomprensibile per tutto il tempo.

Elfi e fate erano considerati abbastanza reali nelle culture passate ed erano una parte familiare del loro ricco folklore. Nella società tecnologica di oggi, forse, li abbiamo semplicemente sostituiti nella nostra immaginazione con piccoli alieni grigi.

7. Il demone di Dover

Dover, nel Massachusetts, è stato il luogo dell'avvistamento di una bizzarra creatura per alcuni giorni a partire dal 21 aprile 1977. Sebbene la creatura, che divenne nota come "the Demone di Dover," è stata vista solo da poche persone in questo breve periodo di tempo, è considerata una delle creature più misteriose dei tempi moderni.

Il primo avvistamento è stato fatto dal diciassettenne Bill Bartlett mentre lui e tre amici stavano guidando verso nord vicino alla piccola città del New England intorno alle 10:30 di notte. Nell'oscurità, Bartlett affermò di aver visto una creatura insolita strisciare lungo un basso muretto di pietra sul lato della strada, qualcosa che non aveva mai visto prima e che non riuscì a identificare. Gli altri ragazzi non lo videro, ma per loro era ovvio che Bartlett fosse scosso dall'esperienza. Quando arrivò a casa, raccontò a suo padre la sua esperienza e fece un disegno della creatura.

Solo poche ore dopo l'avvistamento di Bartlett, alle 12:30, John Baxter ha giurato di aver visto la stessa creatura mentre tornava a casa dalla casa della sua ragazza. Il ragazzo di 15 anni l'ha visto con le braccia avvolte attorno al tronco di un albero e la sua descrizione della cosa corrispondeva esattamente a quella di Bartlett.

L'avvistamento finale è stato segnalato il giorno successivo da un'altra quindicenne, Abby Brabham, amica di uno di Bill Gli amici di Bartlett, che hanno detto che è apparso brevemente nei fari dell'auto mentre lei e la sua amica erano guida. Ancora una volta, la descrizione era coerente. Questa è la creatura che avrebbero visto:

  • Alto circa quattro piedi su due gambe
  • Corpo glabro con pelle ruvida
  • Arti lunghi e sottili color pesca
  • Una grande testa a forma di anguria, grande quasi quanto il suo corpo, grandi occhi arancioni luminosi

Le successive indagini su questo caso insolito non hanno rivelato prove concrete della realtà della creatura, ma non c'erano nemmeno prove di una bufala né un motivo per perpetrarla. Gli scettici hanno suggerito che ciò che gli adolescenti hanno visto fosse un giovane alce, mentre gli ufologi che hanno esaminato il caso si sono chiesti se ci fosse una connessione extraterrestre.

8. La lucertola della terra dell'amore

Questa straordinaria creatura si è guadagnata il suo posto negli annali dell'ignoto principalmente per la credibilità dei testimoni coinvolti: due agenti di polizia in due diverse occasioni.

La scena è alle prime ore del 3 marzo 1972. Un agente di polizia sta percorrendo Riverside Ave., che corre per alcuni isolati lungo il fiume Little Miami a Loveland, Ohio. Sul lato della strada, vede quello che all'inizio pensa sia un cane sdraiato lì. Rallenta il suo veicolo sulla strada ghiacciata per evitare di colpire l'animale se si alza e corre davanti a lui. Si avvicina all'animale e ferma la sua auto di pattuglia, a quel punto la creatura si alza rapidamente su due gambe in posizione accovacciata. Illuminando la creatura con i suoi fari, l'ufficiale ora può vedere chiaramente che non è affatto un cane, ma qualcosa che non può spiegare:

  • Alto da tre a quattro piedi
  • da 50 a 75 sterline
  • Pelle coriacea
  • Possibilmente capelli bagnati e arruffati sul corpo che lo facevano sembrare testurizzato, forse una coda corta
  • Una testa e una faccia come una rana o una lucertola

Qualunque cosa fosse questa creatura, guardò brevemente l'ufficiale, poi saltò oltre il guard-rail della strada verso il fiume.

L'ufficiale ha segnalato lo strano avvistamento al centralinista della polizia, poi è tornato sul luogo dell'incidente con un altro agente. Tutto ciò che hanno trovato è stata la prova che qualcosa aveva raschiato il fianco della collina mentre scendeva verso il fiume.

La creatura potrebbe essere stata completamente dimenticata se un secondo agente di polizia non l'avesse vista di nuovo due settimane dopo. Anche il secondo ufficiale all'inizio pensò che la cosa che giaceva in mezzo alla strada fosse un cane o un roadkill. Quando è sceso dalla macchina per trascinarlo a lato della strada, si è alzato, questa volta ha scavalcato il guard rail, tenendo sempre gli occhi fissi sull'ufficiale, ed è sparito verso il fiume. La sua descrizione della creatura ha evidenziato le stesse caratteristiche simili a una rana. Una successiva indagine ha scoperto solo un altro possibile avvistamento nello stesso periodo; un contadino ha affermato di aver visto una specie di grande creatura simile a una lucertola. Da allora in poi divenne noto come Loveland Lizard o Loveland Frog.

Cosa è stato? Buona domanda. Se fosse una rana o un anfibio simile, è il più grande mai registrato - e l'unico noto per alzarsi e allontanarsi sulle zampe posteriori.

9. Dinosauri viventi

Siamo rimasti tutti sbalorditi dagli effetti digitali incredibilmente realistici del Jurassic Park film e allettati dalla possibilità che un giorno la clonazione di dinosauri estinti da tempo possa essere possibile.

Ma cosa succede se i dinosauri sono ancora vivi? E se alcuni dinosauri fossero in qualche modo sopravvissuti all'estinzione per coesistere con noi oggi? Alcune persone credono di poter effettivamente avere.

Per oltre 200 anni, dalle fitte foreste pluviali isolate dell'Africa e del Sud America sono filtrate notizie rare ma affascinanti che le tribù indigene - alcune delle che vivono molto come hanno fatto per migliaia di anni - avevano familiarità con grandi creature che possono essere descritte solo come simili a sauropodi, come il apatosauro.

Le tribù avevano nomi per loro, come jago-nini ("subacqueo gigante"), digonek, ol-umaina, e chipekwe. Nel 1913, i pigmei parlarono al capitano Freiheer von Stein zu Lausnitz, un esploratore tedesco, di una spaventosa creatura che chiamarono mok'ele-mbembe ("tappo di fiumi"). Questa è la descrizione di mok'ele-mbembe fornito dai nativi:

  • Pelle liscia grigio-brunastra
  • Circa le dimensioni di un elefante; almeno quello di un ippopotamo; forse circa 30 piedi di lunghezza
  • Un collo lungo e flessibile
  • Una dieta vegetariana, ma ucciderebbe gli umani se si avvicinassero troppo

Durante una spedizione da cercare mok'ele-mbembe nel 1980, il criptozoologo Roy Mackel e l'erpetologo James Powell avrebbero mostrato immagini di animali locali ai nativi, che hanno identificato correttamente. Quando hanno mostrato loro l'illustrazione di un grande sauropode, l'hanno identificato come mok'ele-mbembe.

A parte la testimonianza di queste tribù, le prove per i dinosauri viventi sono scarse. Presumibilmente, alcuni esploratori hanno trovato impronte straordinariamente grandi e nel 1992 si dice che una spedizione giapponese abbia circa 15 secondi di filmati presi da un aeroplano che mostra una grande forma che si muove nell'acqua, lasciando una forma a V veglia. Purtroppo non è stato possibile identificarlo.

Spedizioni recenti alla ricerca di mok'ele-mbembe hanno avuto luogo. Hanno esplorato la regione di Likoula in Congo per quattro settimane con l'obiettivo ufficiale della missione di a "indagine scientifica e analisi dei rapporti di un dinosauro vivente". Purtroppo, di nuovo, sono tornati a mani vuote. Nuove spedizioni continueranno senza dubbio alla ricerca di dinosauri viventi. La prospettiva di documentare effettivamente una scoperta è troppo allettante.

10. Jack con tacco a molla

È apparso dalle ombre delle notti londinesi del 19° secolo, ha attaccato le sue vittime con graffi spaventosi, poi è scappato via con abilità sovrumane prima che potesse essere catturato.

Il caso di Spring-Heeled Jack, come questa creatura è stata conosciuta, è uno dei più sconcertanti venuti dall'Inghilterra vittoriana, e uno che non è mai stato risolto o completamente spiegato. Secondo la maggior parte dei resoconti della storia, gli attacchi iniziarono nel 1837 nel sud-ovest di Londra. Polly Adams, una lavoratrice di un pub, era una delle tre donne avvicinate da Spring-Heeled Jack nel settembre di quell'anno. Presumibilmente le ha strappato la camicetta e le ha graffiato lo stomaco con unghie o artigli simili a ferro.

Le sue vittime hanno dipinto un bizzarro ritratto del ghoul:

  • Simile a un uomo, ma con una faccia orribile
  • Unghie o artigli affilati simili al ferro
  • Alto, magro e potente
  • Occhi luccicanti
  • Capace di sputare fiamme blu dalla sua bocca
  • Indossava un mantello scuro sopra un completo di cerata bianca aderente e, secondo alcuni, un elmo 
  • Capace di saltare incredibili altezze e distanze

Gli attacchi continuarono fino all'inizio del 1838, provocando un'azione ufficiale da parte del sindaco di Londra che lo dichiarò pubblico fastidio e risultando in almeno un gruppo di vigilanti che ha cercato sistematicamente di catturare la creatura, il tutto senza successo.

Voci di avvistamenti persistettero negli anni 1850, '60 e '70. In questi casi, si dice che abbia spaventato le persone con il suo aspetto, schiaffeggiato le sentinelle dell'esercito e in ogni caso sia balzato via tra lo stupore e la frustrazione di coloro che hanno cercato di catturarlo. È interessante notare che Jack con il tacco a molla non ha mai ucciso o ferito seriamente nessuno, tranne la diciottenne Lucy Scales che secondo quanto riferito è stata temporaneamente accecata dalle fiamme blu ardenti che Jack le ha vomitato in faccia.

Chi o cosa era Jack con il tacco a molla? È probabile che non lo sapremo mai e rimarrà una delle creature più misteriose dei tempi moderni.

Citazioni esilaranti dell'annuario che appartengono a una Hall of Fame

Ok, i venti laureati nella foto sotto sono decisamente destinati ad andare lontano nella vita. Dopotutto, invece di scrivere una citazione noiosa e seria da annuario, questi Wisenheimer hanno deciso di usare il loro annuario come un'opportunità p...

Leggi di più

Storie vere di telefonate fantasma

I morti possono manipolare? dispositivi elettronici? Possono risalire attraverso il tessuto del tempo e dello spazio, da qualsiasi luogo si trovino, e influenzare il funzionamento dei nostri dispositivi di comunicazione, i nostri telefoni, per la...

Leggi di più

GIF divertenti per cani che illumineranno la tua giornata

Internet è praticamente sinonimo di GIF e meme di gatti in costante circolazione sui nostri feed dei social media. Anche se nessuno può negare le gioie dei famosi gatti di Internet, abbiamo un posto speciale nei nostri cuori per loro cani sciocch...

Leggi di più