Come sto preservando la storia della mia famiglia e come puoi farlo anche tu

Documentare le storie che vale la pena conservare

Era la prima notte di Diwali, l'annuale Festival delle luci di cinque giorni celebrato da milioni di indù, sikh, giainisti e buddisti in tutto il mondo. Mi sono seduto con i miei genitori davanti al nostro tempio domestico in miniatura.

Stavamo celebrando Dhanteras, il fausto e presumibilmente redditizio inizio dei giorni più importanti dell'anno. Mentre tenevo il piattino di offerte sperando in benedizioni, mia madre recitava il Namokar Mantra (una preghiera giainista) mentre mio padre seguiva in un vecchio libro di preghiere che era appartenuto a mia nonna.

Non mi ero mai seduto con loro per fare questo puja prima, e non avevo memorizzato tutte le preghiere o non avevo compreso appieno il contesto della giornata. Poi, quando ci ho pensato, ho capito che avrei evitato di conoscere o partecipare a queste attività per la maggior parte della mia vita. In effetti, probabilmente avrei alzato gli occhi al cielo. (Ah, angoscia adolescenziale.) 

Ma questa volta era diverso. Era la prima volta in dieci anni che ero fisicamente a casa nostra per festeggiare con i miei genitori, e mi sembrava di tornare a casa con occhi nuovi.

Mi viene in mente una statistica spesso attribuito a Donn Felker:. Questo mi colpisce particolarmente (gioco di parole) quest'anno da quando mio padre ha compiuto 70 anni. Sono diventato dolorosamente consapevole che il nostro tempo insieme è fugace, una volta che quel tempo è passato, non posso recuperarlo.

Ma c'è anche un'altra ragione. Gran parte della storia della mia famiglia andrà persa se non mi impegno a preservarla ora.

Perché, come bambino di prima generazione negli Stati Uniti, sono cresciuto con la cultura americana; questo è tutto ciò che ho saputo. Ma in famiglie di immigrati come la mia, perdere i miei genitori significa perdere le tradizioni, le sfumature culturali e i trascorsi della mia famiglia, come quello che è Dhanteras e perché lo celebriamo.

E il processo per perdere il background della mia famiglia è già iniziato. Anche se capisco ancora la nostra lingua madre, il gujarati, trovo sempre più difficile parlare. Quando mia nonna è morta, ho dovuto accettare che non sarei mai più stata in grado di ricreare il suo papà, cibo che avevo dato per scontato quando ero appena tredicenne e che ancora oggi mi manca. So che succederà lo stesso anche con mia madre, e le versioni da ristorante del suo mircha piccante, sev puri in stile street o pav bhaji non lo taglieranno.

Negli ultimi anni, sono stato in missione per preservare la storia della mia famiglia. Gli aneddoti che ho sentito un milione di volte e quelli che sto ascoltando solo ora per la prima volta, come il modo in cui mio padre ha imparato guidare in automatico su una Toyota Corolla nel North Jersey, le stesse strade su cui poi avrei guidato da adulto nella mia Corolla. O il fatto che in parte ho preso il nome da Henna, un film di Bollywood del 1991 di cui non sapevo nemmeno fino a quando non ho scritto questo pezzo.

C'è ancora così tanto che voglio sapere sui miei genitori e sul nostro lignaggio, e sono fortunato ad averli ancora intorno a cui chiedere. Ecco come ho documentato le loro vite e come puoi fare lo stesso con i tuoi cari.

1. Trova il tuo mezzo

Suppongo che non sia una sorpresa che io abbia scelto di scrivere del background e delle tradizioni della mia famiglia come metodo di documentazione preferito.

Forse per te e i tuoi, è incollare insieme album di ritagli, mostrare cimeli, cucire una trapunta multigenerazionale, creare un libro di ricette o registrare interviste familiari. (Adoro alcuni dei contenuti in primo piano regali di famiglia qui per l'ispirazione.) Mio marito ha recentemente regalato alla sua famiglia una cornice digitale, in modo che potessero conservare fotografie che altrimenti potrebbero essere perse in una scatola o in soffitta.

La domanda più importante che mi sono posto è: "Cosa rappresenterà e onorerà al meglio la storia della mia famiglia?" Non solo scrivere mi sembra più naturale, ma lo è anche più adatto per i miei genitori, considerando che hanno lasciato la maggior parte dei loro beni familiari tangibili in India e potrebbero parlare più facilmente con i loro vissuti esperienze.

2. Considera cosa chiedere

Quando mi sono seduta per la prima volta per documentare la nostra storia familiare, mi sono ricordata, come spesso dimentichiamo, che i miei genitori avevano una vita intera, prima che io entrassi in scena. Quindi comincio proprio dall'inizio nell'infanzia, poi sono andato avanti in ordine cronologico.

Ho iniziato con domande più ampie come: Nessun dettaglio è troppo piccolo, nessuna domanda è troppo piccola da porre.

Mentre i miei genitori esaminavano le domande, trascrivevo furiosamente le loro risposte in un documento Google. Non mi sono preoccupato troppo dell'editing o del flusso; era più importante ottenere le loro risposte su carta. Se dovessi farlo di nuovo, registrerei le loro risposte sulla trascrizione audio. Sono sicuro di aver perso punti importanti nella mia fretta (in più, è un confortante promemoria delle loro voci).

Quando le loro risposte hanno iniziato a svanire nei dettagli o non riuscivano a ricordare, ho cercato di passare a domande più specifiche invece come, il loro risposte dettagliate hanno arricchito sia la mia scrittura che le immagini che ora potevo immaginare nella mia testa, come mio padre da bambino che andava a scuola due ore via.

Sebbene questo processo fosse più organico con i miei genitori e le domande scorressero liberamente, puoi compilare un elenco di ciò che è più importante per sapere in anticipo, soprattutto se hai poco tempo o spazio (come la cena dopo il Ringraziamento, quando spesso arrivano molte generazioni insieme).

Hai bisogno di un punto di partenza? ecco 150 domande da considerare per chiedere ai membri della famiglia.

3. Considera anche contesti culturali più ampi

I ricordi dei miei genitori non sono tutto ciò che voglio onorare. Ho inoltre chiesto dettagli sulle festività religiose e sulle nostre tradizioni, nonché il contesto sulle nostre particolari sfumature familiari.

In India, le festività sono molto diverse dalla cultura occidentale, quindi spesso non riusciamo a celebrarle con lo stesso peso, ad esempio, del Natale negli Stati Uniti. E come un bambino cresciuto imbarazzato per sentirsi un estraneo, ho evitato di celebrare feste uniche per noi. Lungo la strada, però, ciò significava dimenticare quali tradizioni erano più importanti o addirittura conoscere certe celebrazioni.

Ad esempio: crescendo, abbiamo celebrato il Raksha Bandhan, un giorno in cui si onora il legame tra fratelli e sorelle. Le sorelle legano ai loro fratelli un braccialetto noto come "rakhi", come simbolo di protezione. In cambio, i fratelli danno alle loro sorelle soldi o regali, una tradizione che amavo e non mi interessava chiedere perché. 😉

Ma non sapevo del Bhai Bij, una festa simile celebrata vicino al tempo di Diwali. Ho saputo solo di recente del giorno in cui le sorelle organizzano feste sontuose a casa loro per i loro fratelli e si scambiano doni. Senza i miei genitori, non avrei mai saputo di questa festa altrettanto importante o di come la nostra famiglia la celebra.

Per famiglie multiculturali o bambini di terza cultura, come mio marito Jovanni, quelle tradizioni e quei contesti possono essere due volte più complicati. Jovanni, metà filippino e metà portoricano, sa che ci sono aspetti del suo passato che non conoscerà mai se non chiede.

Ma una parte di entrambe le culture con cui ha intimamente familiarità? Cibo. È cresciuto tra pancit e lumpia alle cene di famiglia, e completa ancora i suoi piatti del Ringraziamento con pernil e arroz con gandules. Quelle tradizioni fondano la sua comprensione della sua famiglia e delle loro rispettive culture.

Ecco alcune domande rilevanti che puoi porre alla tua famiglia sulla cultura e le tradizioni (e puoi scopri di più qui):

  • Quali sono le feste più importanti da celebrare?

  • Abbiamo tradizioni uniche nella nostra famiglia? Se sì, come funzionano?

  • Quali sono gli aspetti culturali più importanti per la nostra famiglia? Cibo, vestiti, musica, film?

4. Condividilo di nuovo

Voglio che i miei genitori siano parte di questo processo, piuttosto che solo il fulcro di esso.

Ecco perché ho condiviso con loro i miei scritti (21 pagine di Google Doc e oltre), chiedendo chiarimenti e opportunità per rendere i ricordi più solidi, come con immagini o ricette. Ciò ha assicurato che la mia scrittura fosse quanto più accurata e rappresentativa possibile, e chiedere la loro approvazione è stato un segno di rispetto. Le storie che ho intenzione di condividere con le generazioni future sono state "approvate" da loro.

Le nostre storie non sono statiche; sono dinamici e in continua evoluzione un giorno dopo l'altro. Porre le basi ora faciliterà inevitabilmente il processo di conservazione delle loro storie in seguito. Ciò significa che possiamo continuare a tenerlo a mente per onorare anche i nuovi ricordi di famiglia.

L'anno prossimo, forse posso prendere l'iniziativa e ospitare la nostra puja di Dhanteras o la festa di Diwali, perché finalmente capisco perché è così importante per la mia famiglia.

Ora che sono più vicina agli anni della mia gravidanza, ho riflettuto su cosa voglio insegnare ai miei futuri figli con mio marito, in una famiglia mista indiana, portoricana e filippina. Voglio che i nostri figli non solo conoscano i nomi e le date di nascita dei nostri genitori, ma capiscano anche il loro lignaggio e come sono venuti a esistere una generazione dopo l'altra. Cosa avevano in comune le nostre famiglie, cosa non avevano ed era unico per loro, e quale parte giocheranno nella nostra eredità familiare, per sempre.

Come gestisco l'eco-ansia da neogenitore

Bilanciare l'azione e la cura di sé sulla scia del cambiamento climaticoMia figlia aveva solo sei settimane quando a pesante coltre di fumo tossico discese sulla nostra città natale di Portland. Ero a conoscenza degli incendi che stavano divorando...

Leggi di più

Cosa ci ha insegnato il 2020 sulla resilienza umana

Di fronte alle avversità, al dolore e ai traumiNella regione della Terra del Fuoco, nel sud dell'Argentina, la terra è selvaggia ed esposta alle intemperie. Sebbene tecnicamente sia un arcipelago separato dallo Stretto di Magellano, l'isola princi...

Leggi di più

La trasparenza delle retribuzioni è importante sul posto di lavoro?

Che cos'è la trasparenza delle retribuzioni?All'interno della forza lavoro, c'è un movimento diffuso soprannominato il Grande rassegnazione. È un esodo di massa di lavoratori che lasciano il lavoro: milioni di dipendenti ogni mese, in realtà. I mo...

Leggi di più